CAPPERO diametro vaso 14 cm
CAPPERO diametro vaso 14 cm
CAPPERO diametro vaso 14 cm

CAPPERO diametro vaso 14 cm

CAPP14W
7,50 €
Tasse incluse

Il cappero (Capparis spinosa) è un piccolo arbusto sempreverde e semi-rampicante, che può raggiungere il metro di altezza. Si sviluppa a tappeto o appeso a muri a secco o lungo le spaccature della roccia.

In cucina si utilizzano i boccioli floreali e i frutti immaturi. Hanno sapore molto intenso e piccante e vengono consumati in purezza, oppure utilizzati nella preparazione di salse o condimenti.

 

Fiorisce in grande quantità e continuamente, da maggio fino ad ottobre. I fiori sono grandi, molto decorativi e dal profumo assai gradevole, ma di breve durata. Di colore bianco con sfumature rosa-lilla sui bordi. Sono per lo più terminali e quindi nascono agli apici dei rami prodotti nell’anno. 

Dall’inizio dell’estate, se non sono stati rimossi i fiori appassiti, appariranno i primi frutti, delle capsule ovali di color verde di circa 3 cm di diametro, che maturando diventeranno di un bel rosso scuro.

L'esposizione ideale è in posizioni molto soleggiate e al riparo dal vento; sono piante mediterranee e amano estati molto calde, con temperature anche superiori ai 35-40°C, e inverni miti, anche se possono sopportare brevi periodi di gelo non troppo intenso.
Non necessitano di grandi quantità d’acqua, pertanto vanno annaffiati solo quando il substrato è completamente secco da alcuni giorni. Preferendo la siccità agli eccessi di annaffiature. Fare molta attenzione a non creare ristagni idrici.
Amano terreni poveri, asciutti, molto ben drenati. 

Il cappero fiorisce e fruttifica sugli apici dei nuovi rami. È quindi importante favorire la massima ramificazione e una buona crescita vegetativa.
I rami giovani delle piante appena messe a dimora vanno sempre cimati per favorire l’accestimento e la produzione di rami secondari.
Su esemplari adulti è invece bene procedere alla fine dell’inverno, accorciando i rametti ad un centimetro dalla base per stimolarne la crescita di nuovi.



La raccolta dei boccioli si effettua a partire da giugno fino a novembre, con cadenza settimanale. Scegliamo quelli ben gonfi, ma che appaiano comunque ben chiusi. L’ideale è raccoglierli la mattina presto.
Vanno poi lavorati il prima possibile perché il loro aroma si disperde facilmente quando esposti all’aria.
Una volta raccolti lasciamoli appassire per una giornata. Vanno poi posti sott’aceto, sotto sale o in olio.
Volendo possono anche essere raccolti e conservati alla stessa maniera i frutti del cappero. Questi hanno un aroma più intenso rispetto al bocciolo.
Anche le foglie possono essere utilizzate, fresche, all’interno di gustose insalate.

27 Articoli
Non ci sono recensioni

Potrebbe anche piacerti

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche: