DICONDRA REPENS semi per prato gr.500

DICONDRA REPENS semi per prato gr.500

021000314
18,90 €
Tasse incluse

DICONDRA REPENS GR.500

 

La Dichondra repens , a volte chiamata Dichondra repens , è una piccola pianta tappezzante perenne che è una delle migliori tappezzanti per ombra parziale o ombra, sebbene sia densa. Tollera  siccità e suoli salini. Le sue piccole foglie rotonde e un bel verde fresco persistono in un clima mite, ma vengono bruciate dal gelo al di sotto di -8°C, l'apparato radicale resistente alle gelate brevi dell'ordine di -10/-12° vs. Risulta gradevole ai piedi di siepi o arbusti o piante perenni, la Dichondra repens non necessita di falciatura ed è un vantaggioso sostituto dell'erba nelle zone del giardino ombrose e poco calpestate, su piccole aree. Produrra dei fiori dove si metterà in evidenza tutti i fiori dell'estate.

La Dichondra strisciante appartiene alla famiglia delle Convolvulaceae, proprio come i convolvoli e le alghe. È originario dell'Australia e della Nuova Zelanda, ma naturalizzato in Texas, California, Nuovo Messico, India nordoccidentale, Giappone meridionale e Cina.  La Dichondra è una perenne piuttosto rustica e dalla crescita piuttosto lenta. Presenta una vegetazione molto coprente, sotto forma di lunghi fusti pelosi e molto ramificati che attecchiscono ad ogni nodo. Questa caratteristica gli permette di colonizzare la superficie del suolo. L'altezza del tappeto dipende dall'esposizione e dal terreno che ospita la pianta: al sole e in terreno asciutto, il suo spessore non supererà i 3-5 cm . All'ombra e in terreno fresco, gli steli si allungano e le foglie sono più grandi, la pianta raggiunge i 15 cm di altezza. Una singola pianta può coprire un'area di 50-60 cm di diametro, o anche di più. I fusti sono ricoperti da foglie molto piccole più o meno persistenti, rotonde,  lunghe da 0,5 a 2,50 cm, a forma di fagiolo, spesso si piegano alla nervatura centrale. Strettissimi l'uno contro l'altro, formano un tappeto molto fitto, molto regolare, di un verde freschissimo e lucente. Sensibile alle forti gelate e al calpestio eccessivo, Dichondra repens è dotata di un'eccezionale longevità. Nella grave siccità estiva, il fogliame si secca e la pianta alla fine scompare.

La Dichondra repens può sostituire l'erba in aree moderatamente calpestate e non troppo estese, perché richiede manutenzione e irrigazione regolari, a seconda della regione. Pianifica 4 tazze per metro quadrato per la copertura in un anno. All'ombra, il fogliame sarà più sviluppato. Queste piante necessitano di un terreno leggero e ben decompresso. Se il tuo terreno è pesante, molto argilloso e compatto, incorpora sabbia di fiume e terriccio e lavora bene l'impasto in profondità. Prediligendo terreni ricchi di humus ricchi di compost, la pianta tollera bene la presenza di calcare. La Dichondra tollera abbastanza bene terreni piuttosto asciutti e teme l'umidità stagnante proprio come le annaffiature giornaliere estive. Adatta la frequenza di irrigazione al tuo clima: al sud, spesso sono necessarie una o due annaffiature a settimana per mantenere il tappeto in buone condizioni. Altrove, annaffierai non appena la pianta lo richiederà. Il primo anno di impianto è indispensabile un'attenta sarchiatura manuale, fino a ricoprire completamente il terreno. Successivamente, per mantenere pulito il tappeto è necessario un regolare diserbo manuale, fino a 6 volte l'anno. Facoltativamente, aggiungi del fertilizzante per prato a lenta cessione una o due volte l'anno. La falciatura annuale è generalmente sufficiente, preferibilmente in ottobre.

Spesso usato come alternativa alla zolla in aree moderatamente calpestate , Dichondra repens fa miracoli all'ombra secca , dove poche piante sono disposte a crescere. Per mantenersi bella necessita comunque di diserbo e annaffiature regolari da modulare a seconda delle regioni, il che ne limita l'utilizzo a piccole superfici (da 50 a 100 m²) . Può essere utilizzato da solo o in miscela con altre piante tappezzanti: al sole accompagna l'achillea (Achillea odorata, crithmifolia) e la Phyla nodiflora. All'ombra, associalo ad esempio ad Ajuga reptans, Geranium macrorrhizum,Campanula portenschlagiana, Vinca minor, Glechoma hederacea, ecc... È sufficiente uno sfalcio annuale, in ottobre.  Trova posto anche nei giardini rocciosi ombrosi , rivestendo le pietre con un morbido tappeto dall'effetto più bello. Si può trovare anche in vasi, fioriere appese a balconi o finestre. Verrà inoltre piantato in massa ai margini dei viali , o ai piedi di piante perenni e arbusti, su argini. 

4 Articoli

ROYAL SEEDS effettua presso i propri laboratori test di germinabilità e vigore sui lotti di seme prodotto in modo da monitorare costantemente la qualità per offrire sempre il meglio alla propria affezionata clientela. Tutti i lotti vengono testati per verificare la purezza genetica prima di essere commercializzati. Seguono altri controlli come quello importante per testare l’umidità e, se necessario, viene effettuata la deumidificazione per poi effettuare la conservazione in apposite celle a temperatura e umidità controllate. ciò ci permette di mantenere nel tempo un elevato standard di qualità. Collabora con laboratori esterni ed effettua test per la resistenza alle patologie del materiale genetico e test sul seme che arriva dalle produzioni dalle varie parti del mondo, con l’obiettivo di garantire sementi sempre sani. ROYAL SEEDS dispone d’attrezzature per il trattamento, il dosaggio ed il confezionamento delle sementi prodotte che vengono spedite sia sul mercato nazionale che su quello estero.

No reviews
Product added to wishlist